In viaggio con cani e gatti

Visite di controllo, documenti, vaccinazioni ... tutto quello che vi serve per viaggiare tranquilli con i vostri animali
Che sia mare, lago o montagna, che abbiate un cane o un gatto, la vostra vacanza non può prescindere dal vostro animale, quindi...dovrete organizzarvi. Nel caso abbiate scelto un luogo nel quale non potete portare il vostro animale è bene scegliere per tempo il luogo e le persone alle quali lasciarlo durante la vostra assenza. Se avete optato per una pensione abbiate cura di far conoscere il luogo al cane prima di portarcelo definitivamente; se invece avete qualche amico che lo accudirà lasciategli l'animale per qualche ora per qualche giorno prima di lasciarlo in modo che non si senta abbandonato e capisca che, prima o poi, voi tornerete.

Se invece cane o gatto verranno con voi in villeggiatura, prima di partire fategli fare una visita dal veterinario di fiducia per controllare sia lo stato di salute dell'animale sia se è in regola con le vaccinazioni, il "passaporto", il microcip ecc. Ricordate che gli animali devono poter essere sempre identificabili, con tatuaggio (valido fino al 2011) o con il microcip. E' comunque bene portare sempre una foto recente dell'animale da utilizzare in caso di smarrimento, eventualità possibile quando il cane si trova in un luogo nuovo dove non ha punti di riferimento conosciuti. Potete anche farvi consigliare un piccolo kit da portare in vacanza con farmaci di primo intervento (antidolorifici, antibiotici, collari protettivi per zecche e punture d'insetti ecc.).

Il viaggio in automobile
Il mezzo più utilizzato è l'automobile (o il camper) ed è bene che l'animale si abitui per tempo in modo che non soffra di mal d'auto durante il viaggio. Uno dei problemi maggiori per gli animali durante i viaggi è il cosiddetto "colpo di calore" (dovuto a un'insufficiente dispersione del calore corporeo che può aumentare con elevate temperature esterne o in un ambiente poco ventilato e piccolo) che si può prevenire avendo cura di qualche dettaglio:

    * non lasciare mai il cane in macchina al sole con i finestrini chiusi
    * fatelo scendere quando vi fermate agli autogrill per fare i suoi bisogni, dargli da bere e fargli prendere un po' di fresco (è bene fermarsi ogni due ore/due ore e mezzo);
    * portatevi sempre un asciugamano o un telo inumidito da utilizzare se vedete che l'animale ansima e inumiditegli testa e pancia;
    * se avete un cane o un gatto che patiscono la macchina un buon rimedio è quello di ricorrere a qualche goccia di fiori di Bach per tranquillizzarlo durante il viaggio (fatevi consigliare dal vostro veterinario o erborista di fiducia)
    * non dategli da mangiare prima di partire (i cani abituati a viaggiare possono invece nutrirsi come d'abitudine)
    * fatelo viaggiare in uno spazio comodo (è bene che i gatti, restino chiusi nel loro trasportino: fateli scendere durante le soste dopo aver messo loro un collare e un guinzaglio perché non scappino)

Viaggiare con il cane in treno
Il costo:
Cani, gatti ed altri animali domestici come pesci rossi o canarini possono viaggiare gratis, nello scompartimento del loro proprietario, se sono racchiusi in contenitori di dimensioni non superiori a 70x50x30 centimetri.
Se il contenitore è più grande, si paga il 60% della tariffa di seconda classe.

Il viaggio:
Un piccolo cane può viaggiare anche senza gabbietta, al guinzaglio, se gli altri viaggiatori lo consentono. I cani possono salire anche sui vagoni letto, se il padrone occupa l'intero scompartimento. In questo caso, oltre al biglietto, si deve pagare per la disinfestazione dello scompartimento.

Sui treni Eurostar Italia non sono ammessi animali, fatti salvi i cani guida dei ciechi. Tuttavia per i treni effettuati con materiale ETR 460, 480 e 500 è consentito il trasporto gratuito di piccoli animali in appositi contenitori delle dimensioni di cm.32x32x50, a condizione che siano sistemati negli spazi tra i sedili indicati dal personale FS e che non rechino disturbo agli altri viaggiatori.

Viaggiare in aereo con il cane
Tutte le compagnie aeree consentono, in genere, il trasporto di cani e altri piccoli animali ma ciascuna adotta regole diverse per cui prima di metterci in viaggio è sempre opportuno programmare ed informarsi con largo anticipo (ad esempio sui voli Alitalia può essere imbarcato solo un animale per ogni classe e/o sezione di cabina).
Al momento della prenotazione dovremo comunicare alla compagnia aerea la presenza del nostro amico a quattro zampe. Se la località di vacanza è all'estero dovremo inoltre informarci sulle formalità in vigore nel paese di destinazione: ad esempio in certi Stati l'introduzione di un animale prevede un periodo di quarantena che può arrivare fino a tre mesi (in questo caso forse è meglio evitare a Fido questa traumatica esperienza!).
Come regola generale il nostro cane dovrà essere vaccinato contro le principali malattie e, per ogni evenienza, è opportuno portarsi dietro oltre al libretto sanitario anche un certificato che attesti lo stato di buona salute.
Tutte le compagnie aeree consentono che i cani di piccola taglia viaggino al nostro fianco, in cabina, purché custoditi in gabbie col fondo impermeabile (tali gabbie devono avere dimensioni adeguate per consentire alle bestiole di muoversi comodamente).
Se invece il peso del nostro cane più quello del contenitore supera i 10 kg., l'animale dovrà viaggiare nella stiva: sarà imbarcato dallo scalo merci e viaggerà all'interno di apposite gabbie messe a disposizione dalla compagnia aerea (se possiamo, evitiamogli questa esperienza!).
Per quanto riguarda il costo di trasporto: per i cani che viaggiano in cabina la tariffa per i voli nazionali è di L. 30.000, per i voli internazionali la tariffa è dell'1,35% della tariffa piena; per gli animali che viaggiano nella stiva la tariffa dipende dal peso e dal luogo di destinazione; in tutti i casi il pagamento si effettua in aeroporto, al momento della partenza.

Cani per non vedenti
L'unica eccezione riguarda i cani guida per non vedenti che vengono imbarcati col passeggero purché muniti di museruola e guinzaglio: in questo caso il trasporto è gratuito anche se, comunque, si dovrà segnalare la presenza del cane all'ufficio prenotazione della compagnia aerea; cane e padrone saranno imbarcati per primi e sistemati adeguatamente l'uno accanto all'altro.


Viaggiare in nave con il cane
Grazie alla tolleranza delle nostre compagnie di navigazione, generalmente non è un problema portare i nostri cani a bordo di navi o traghetti destinati a brevi traversate: basta avere a portata di mano il certificato di buona salute.
Su alcune imbarcazioni esistono apposite gabbie o "canili di bordo", dove è obbligatorio rinchiudere il nostro cane se questo è di grossa taglia, mentre se è di piccola taglia può passeggiare tranquillamente sul ponte, tenuto al guinzaglio e dormire in cabina (prenotata per intero).
Alcune compagnie richiedono anche l'uso della museruola.
Per raggiungere la Corsica o la Sardegna il costo di trasporto è di circa 12.000, mentre, in genere, per l'Elba il trasporto è gratuito.

Documento scaricabile in formato Doc





Torna alla pagina precedente.
Questa pagina è esclusiva proprietà di Voglia di viaggiare © Andrea P. 2008-2009  Vietata la copia e la distribuzione, anche parziale
Viaggiare Organizzati
LINK UTILE

Viaggiarecolcane è si dedica completamente a tutto quello che riguarda gli animali in particolar modo i cani. Alcune di queste informazioni si possono adattare anche ad altri animali, come località turistiche dove accettano animali e tanto altro.
Le nostre offerte