Viaggiare Organizzati
Furti in treno: ecco come chiedere il rimborso per i furti subiti

Il ritardo del treno non è l'unico inconveniente nel quale può incappare chi viaggia su rotaie: spesso vengono registrati furti del bagaglio, del cellulare o del pc. E' molto utile sapere in quali casi è possibile farsi risarcire da Trenitalia, dal momento che nel prezzo del biglietto è compresa (cosa che pochi sanno) anche una polizza assicurativa gratuita.
Eurostar e Intercity
La nuova “Carta dei servizi” di Trenitalia prevede un risarcimento soltanto per i furti avvenuti negli Eurostar, negli Intercity con carrozze gran comfort a salone e nei treni con vagoni letto e cuccette. Negli altri treni i bagagli viaggiano sotto la responsabilità dell’utente, a meno che non siano preventivamente assicurati per il valore dichiarato e consegnati al personale ferroviario.
In questi casi il risarcimento spetta a chi è stato derubato di bagagli collocati negli appositi spazi dei vestiboli, ubicati alle estremità delle carrozze dei treni Eurostar Italia (ES* e ES* Fast), nei treni Eurostar Italia AV (AV e AV Fast), nei treni Intercity con carrozze "gran comfort" a salone. La cifra stabilita per il rimborso è di 260 euro per valigia per un massimo di 2 valigie.
Vagoni letto e cuccette
Chi viaggia di notte può chiedere il risarcimento non solo per l'eventuale furto di bagagli, ma anche per portafogli, macchine fotografiche, computer, ecc. La condizione essenziale è che le porte del proprio scompartimento fossero state chiuse. L'assicurazione è estesa anche per furti delle auto o delle moto trasportate al seguito. In questo caso, la cifra del risarcimento è di 520 euro. Negli Eurostar e negli Intercity lusso vale la stessa copertura assicurativa, ma solo per i bagagli posti negli appositi spazi dei vestiboli situati alle estremità delle carrozze, non per quelli al seguito del viaggiatore. Inoltre, nessun indennizzo è previsto per i furti di portafogli, denari e titoli.
Come chiedere il rimborso
Presentare richiesta di indennizzo alla biglietteria abilitata della stazione di destinazione, o inviarla a mezzo posta al seguente indirizzo:

    * TRENITALIA SpA
      ASSISTENZA PASSEGGERI
      P.zza della Croce Rossa, 1
      00161 ROMA

Entro 15 giorni dalla data del furto a condizione che sia stata data segnalazione immediata del sinistro (e comunque non oltre le 24 ore), al personale in servizio di Trenitalia e che sia stata presentata denuncia alla Polizia Ferroviaria e/o altre Autorità Giudiziarie entro 3 giorni lavorativi successivi al sinistro stesso;
Fornire a Trenitalia una distinta particolareggiata delle cose rubate o danneggiate, con l'indicazione del relativo valore, allegando l'originale del biglietto regolarmente convalidato. L'originale del biglietto può essere sostituito dalla copia fotostatica autenticata dalla struttura ricevente (biglietteria - assistenza alla clientela) da considerare elemento essenziale affinché si possa dar luogo al risarcimento previsto.
Nel caso in cui il titolo di viaggio sia stato trafugato assieme al bagaglio è necessario che ciò sia opportunamente evidenziato nella dichiarazione di furto.
Per la decadenza dei termini suindicati, nel caso di invio tramite posta farà fede il timbro postale.

Per l’accredito in banca bisogna fornire anche tutte le coordinate bancarie, altrimenti la liquidazione del risarcimento avviene tramite assegno circolare.



Torna alla pagina precedente.
Questa pagina è esclusiva proprietà di Voglia di viaggiare © Andrea P. 2008-2009  Vietata la copia e la distribuzione, anche parziale
zanox